Sardegna

Consorzio Uno
Chiostro del Carmine
09170 Oristano OR

Storia

Sabato 30 agosto 1980 è stata ufficialmente costituita a Cagliari la Sezione Sardegna: quindicesima sede periferica dell’allora Associazione Enotecnici Italiani.
La cerimonia ufficiale si è svolta presso la Camera di Commercio alla presenza di molti operatori vitivinicoli, dei dirigenti nazionali dell’Associazione Enotecnici Italiani e di alcuni fra i massimi esponenti vitivinicoli dell’Isola.
La nuova Sezione assunse particolare importanza perché raggruppava tutti i tecnici del settore operanti in Sardegna, costituendo così una voce univoca della produzione in ambito regionale. A Cagliari gli enotecnici hanno provveduto anche a eleggere il primo Comitato direttivo che, presieduto da Mario Consorte, direttore delle Tenute Sella & Mosca di Alghero, fu risultato composto da Sergio Carcassi, direttore della Cantina sociale di Sorgono, Renzo Panetto, direttore della Cantina sociale di Mogoro, Luigi Picciau, proprietario dell’omonima azienda vitivinicola, Paolo Porcu, libero professionista.
Mario Consorte ha presieduto la Sezione fino al 1986 per passare il testimone a Gigi Picciau ed assumere la carica di Vicepresidente nazionale dell’Associazione Enologi Enotecnici Italiani, diventando poi presidente dal 1996 al 2007.
Nel 2010 la presidenza è stata assunta da Andreino Addis.

L’assemblea della Sezione, riunitasi a Oristano il 25 marzo 2019 presso il Consorzio Uno Università degli Studi, ha eletto il Comitato di Sezione, che risulta così composto: Addis Andreino, Buiani Aldo, Deiana Dario, Deiana Giovanni Andrea, Farris Giovanni Antonio, Flore Michele, Manca Antonio (vicepresidente), Meloni Cristina (segretario), Murru Mariano (presidente e consigliere nazionale), Pala Andrea, Pinna Giovanni (vicepresidente), Siddi Mariolino.

ENONEWS Sardegna






Archivio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi