Impianto di un nuovo vigneto

Ho conseguito il titolo di enologo lo scorso anno e sono iscritto ad Assoenologi. Possiedo un terreno agricolo dove mi piacerebbe impiantare un vigneto atto alla produzione di vino. Inizialmente ad uso personale e in un prossimo futuro aprire un’azienda. Essendo uscito da poco dall’università non so come muovermi. Che permessi devo chiedere? Ci sono delle agevolazioni? Mi potere dare informazioni a proposito?

Nel caso il vigneto sia destinato esclusivamente ad uso familiare, la superficie impiantata non può superare i 1.000 mq (0,10 ettari) e il vino ottenuto non può essere destinato alla vendita. Il conduttore inoltre non deve produrre vino ne altri prodotti vitivinicoli a scopi commerciali (articolo 1 del Reg. Ce 560/2015). Nel caso invece volesse commercializzare la produzione, sara necessario procedere all’apertura presso la Camera di Commercio di una Partita Iva agricola, eventualmente con regime di esonero (se non vengono superati 7.000 € di fatturato annuo). La Partita Iva agricola può essere aperta solo se l’imprenditore (o un socio, in caso di società) e un imprenditore agricolo professionale (IAP), ovvero possiede le competenze tecniche per portare avanti un’attività agricola e dedica almeno il 50% del suo lavoro all’attività agricola. A partire dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2030, i vigneti di uva da vino possono essere impiantati o reimpiantati solo se e stata concessa una autorizzazione all’impianto ai sensi del decreto ministeriale 12272 del 15/12/2015. Le autorizzazioni all’impianto di qualsiasi tipo sono gratuite, non trasferibili e devono essere utilizzate nell’ambito dell’azienda per la quale sono state concesse fatti salvi i seguenti casi: 1) eredita; 2) successione anticipata; 3) fusione con azienda preesistente; 4) scissione per vendita frazionata a più persone giuridiche. Le autorizzazioni sono rilasciate sulla base di una graduatoria per ogni Regione fino all’esaurimento del numero di ettari da assegnare, sulla base di criteri di priorità. Per partecipare al bando nazionale per l’assegnazione delle autorizzazioni per nuovi impianti di vigneti e necessario condurre una superficie agricola pari o superiore a quella per la quale si richiede l’autorizzazione. Dal computo sono esclusi i terreni occupati da vigneti per uva da vino. Le autorizzazioni vengono assegnate gratuitamente e hanno durata di tre anni a partire dalla data del rilascio. Nel caso non vengano utilizzate entro la data di scadenza il produttore e soggetto a una sanzione amministrativa ai sensi del Reg. 1306/2013 art 89 comma 4 e della legge 238/2016 articolo 69 comma 3.

Lo shop di Assoenologi