IL PATTO DI CONCORRENZA: DEFINIZIONE, CORRISPETTIVO, DURATA E TERRITORIO

di Mario Fusani

L’imprenditore, per tutelare l’attività della propria azienda, può stipulare volontariamente e d’accordo con il lavoratore dipendente un patto di non concorrenza dopo la cessazione del rapporto di lavoro.

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI




Altrimenti, scopri l’abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.