Percorso navigazione:Dal Ministero
Dal Ministero
In questa sezione sono riportati, in ordine cronologico, i principali documenti, informazioni e considerazioni desunte dall'attività svolta dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali riguardanti il settore vitivinicolo, oltre a tutto ciò che può essere di interesse generale per il settore e per i suoi operatori.
La raccolta si sviluppa in più pagine, disponibili a fondo pagina.

Per maggiori informazioni i soci Assoenologi si possono rivolgere alla Sede centrale di Milano.
 

Comitato nazionale vini - risultati riunione 20/21 gennaio 2011

 
Per la Calabria è stata valutata positivamente la proposta di adeguamento del disciplinare di produzione della DOC Bivongi che prevedeva la corretta indicazione dei sinonimi del vitigno Gaglioppo che è compreso nella base ampelografica della tipologia "rosso" del sopra citato vino a DOC "Bivongi".
Per la Regione Basilicata è stato dato parere positivo alla richiesta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a DOC "Terre dell'Alta Val d'Agri" relativamente alla data di decorrenza dell'invecchiamento per le tipologia "rosso" e "rosso riserva" nonché per quanto riguarda le norme di confezionamento.
Per la Regione Lombardia il Comitato Nazionale Vini ha espresso il parere positivo riguardo alla richiesta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a DOC "Capriano del Colle", , la cui richiesta principale è stata l'introduzione delle nuove tipologie "bianco" e "Marzemino".
Per la Regione Toscana sono state apportate modifiche ai disciplinari di produzione della DOC "San Gimignano", le cui variazioni principali riguardano la modifica della base ampelografica della tipologia "rosso", le norme relative alla zona di vinificazione delle uve ed altri aspetti di carattere tecnico-enologico.
Inoltre è stato dato parere favorevole per il riconoscimento della DOC dei vini "Val d'Arno di Sopra" o "Valdarno" nella quale sono state previste le sottozone Pietraviva e Pratomagno.
Per la Regione Abruzzo è stato dato parere positivo per il riconoscimento della DOC "Villamagna" la cui base ampelografica è impostata sul vitigno "Montepulciano" e, per la DOC "Ortona" composta dalle tipologie "bianco" e "rosso". Le zone di produzione di entrambe le DOC ricadono nella provincia di Chieti.
Per la Regione Marche è stato dato parere favorevole al riconoscimento a DOCG della DOC "Offida. E' stata conseguentemente modificata la DOC "Offida" in "Terre di Offida" dal cui disciplinare sono state estrapolate le tipologie transitate alla categoria della DOCG.
Infine è stato dato parere favorevole alla modifica del disciplinare di produzione della DOC "Colli Maceratesi" la cui principale integrazione è relativa all'inserimento della tipologia monovarietale "Sangiovese".
Per la Regione Lazio sono stati esaminate e valutate le richieste di modifica dei disciplinari di produzione di due vini a DO ed un vino a IGT: DOC "Vignanello", DOC "Cesanese di Affile" e IGT "Colli Cimini".
 
 

Trasporto di prodotti vitivinicoli sottoposti ad accisa, in regime di sospensione

 
Circolare Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi (Icqrf) del 22 dicembre 2010, n. prot. 13856: "Trasporto di prodotti vitivinicoli sottoposti ad accisa, in regime di sospensione, mediante la scorta del Documento Amministrativo di Accompagnamento elettronico (e-AD). Documento disponibile in pdf
 
 

Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante la procedura a livello nazionale per l'esame delle domande di protezione delle Dop e Igp dei vini

 
Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante la procedura a livello nazionale per l'esame delle domande di protezione delle Dop e Igp dei vini e di modifica dei disciplinari, ai senso del Reg. Ce n. 1234/2007 e del D. Lgs. n. 61/2010. Il decreto apporta alcune modifiche ed integrazioni al decreto del 6 agosto 2009 per adeguarlo, dal punto di vista formale, ai nuovi riferimenti normativi comunitari e nazionali e, dal punto di vista sostanziale, ad alcuni nuovi requisiti riguardanti la rappresentatività del livello produttivo delle Dop e Igp, che deve essere espresso dal soggetto richiedente. Il testo integrale del decreto è disponibile in pdf.
 
 

Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante disposizioni applicative del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61

 
Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante disposizioni applicative del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, relativo alla tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche tipiche dei vini, per quanto concerne la disciplina dello schedario viticolo e della rivendicazione annuale delle produzioni.
Il decreto disciplina il diritto di produttori, organismi ed enti che hanno diritto al cosidetto "sportello unico", il Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale): si prevede la sostituzione degli strumetnti attualmente gestiti dalle Regioni con un unico strumento, lo "Schedario viticolo", che resterà alle Regioni e che renderà disponibili tutti i dati agli enti preposti alla gestione delle rispettive Do e Ig; prevede inoltre la presentazione di un'unica dichiarazione di produzione ennuale direttamente in ambito Sian e viene disciplinata la gestione del potenziale agricolo non solo per i vini Do e Ig, ma per tutte le categorie di prodotti vitivinicoli. Testo integrale disponibile in pdf.
 
 

Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante disposizioni generali in materia di costituzione e riconoscimento dei Consorzi di tutela

 
Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante disposizioni generali in materia di costituzione e riconoscimento dei Consorzi di tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini.
Il decreto recepisce le innovazioni introdotte dalla riforma del settore avviata in ambito comunitario. Testo disponibile in formato pdf.
 
 

Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante la disciplina dei concorsi enologici

 
Decreto ministeriale 16 dicembre 2010 recante la disciplina dei concorsi enologici, in applicazione dell'art. 21, comma 3, del D. Lgs. 8 aprile 2010, n. 61.
Il decreto (pdf) ridefinisce la disciplina in materia di concorsi enologici.
 
 

Comitato nazionale vini - pareri riunione del 16/17 dicembre 2010

 
Per la Toscana si sono esaminate le seguenti pratiche: per la DOC dei vini "Montecarlo", la cui zona di produzione è ubicata in provincia di Lucca, sono state valutate positivamente le richieste di modifica che principalmente riguardano l'inserimento di tipologie con indicazione di vitigno e relativa composizione ampelografia.
Per la DOC dei vini "Colline Lucchesi" le modifiche approvate riguardano la variazione ampelografia delle tipologie generiche "Bianco" e "Rosso".
Inoltre è stata accolta la richiesta di modifica del disciplinare di produzione della DOC "Bolgheri" e "Bolgheri Sassicaia".
Per la Regione Umbria sono state apportate modifiche ai disciplinari di produzione della DOC "Lago di Corbara", le cui modifiche principali riguardano l'inserimento di tipologie con indicazioni di vitigno, e della DOC "Colli del Trasimeno" o "Trasimeno" in merito alla produzione della versione rosè della tipologia spumante.
Infine è stato dato parere favorevole per il riconoscimento della DOC dei vini "Spoleto" impostato essenzialmente sul vitigno tradizionale "Trebbiano spoletino".
Per la Regione Piemonte è stato dato parere positivo alla richiesta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a DOCG "Brachetto" d'Acqui" o "Acqui" che ha inserito la versione "passito"
Per la Regione Liguria, è stata accolta la richiesta di riconoscimento a Igt dei vini "Terrazze dell'Imperiese" costituito dalle tipologie di prodotto "Bianco", "Rosso", "Rosato", "Frizzante" e "Passito".
 
 

Comitato nazionale vini - Riunione del 16/17 dicembre 2010

 
Nella prossima riunione del Comitato nazionale vini verranno esaminate le istanze di modifica ai seguenti disciplinari: Doc Montecarlo, Doc Colline Lucchesi, Doc Bolgheri e Bolgheri Sassicaia, Doc Lago di Corbara, Doc Colli del Trasimeno o Trasimeno, Doc Brachetto d'Acqui. Verranno inoltre valutate le richieste di riconoscimento della Doc Spoleto e della Igt Terrazze dell'Imperiese.
 
 

Decreto ministeriale 26 novembre 2010, prot. n. 9935 "Denaturazione dele fecce destinate ad uso agronomico mediante l'aggiunta di solfato ferroso".

 
Disponibile in pdf il documento che modifica il decreto ministeriale 31 luglio 2006
 
 

Circolare Ministero Politiche agricole n. 18659 del 25/11/2010: "Elenco deroghe per limiti massimi del tenore di acidità volatile per taluni vini Dop e Igp italiani".

 
Disponibile in pdf l'elenco aggiornato inviato alla Commissione UE