Percorso navigazione:Dal Ministero
Dal Ministero
In questa sezione sono riportati, in ordine cronologico, i principali documenti, informazioni e considerazioni desunte dall'attività svolta dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali riguardanti il settore vitivinicolo, oltre a tutto ciò che può essere di interesse generale per il settore e per i suoi operatori.
La raccolta si sviluppa in più pagine, disponibili a fondo pagina.

Per maggiori informazioni i soci Assoenologi si possono rivolgere alla Sede centrale di Milano.
 

19 aprile 2013 - Circolare ministeriale n. 6858 del 19/04/2013 - Irrigazione di soccorso

 
Con la circolare il Ministero chiarisce che la pratica facoltativa dell'irrigazione di soccoso, di cui all'Art. 10, comma 2, lettera a) del D. Lgs n. 61/2010, è da ritenere applicabile anche nei riguardi delle Dop e Igp i cui disciplinari di produzione non la contemplino espressamente tra le pratiche di coltivazione, qualora si verifichino particolari condizioni climatiche. Vedi testo intergrale della circolare qui
 
 

15 aprile 2013 - Riunione Comitato nazionale vini

 
Lunedi 15 aprile presso il Ministero delle Politiche agricole si è riunito il Comitato nazionale vini. Il Comitato ha espresso parere favorevole in merito all'istanza di modifica del disciplinare di produzione dei vini a DOCG "Romagna Albana. La modifica consisteva nella variazione della densità dei ceppi per ettaro nel sistema di allevamento a "pergoletta". Inoltre il Comitato nazionale vini DOP ed IGP ha affrontato tre aspetti di rilevante importanza per il settore vitivinicolo con l'intento di proporre agli organi preposti elementi di semplificazione e di chiarimento. Essi, in sintesi, riguardano: la protezione delle DOP, IGP, Menzioni Tradizionali e delle altre indicazioni riservate ai prodotti vitivinicoli DOP ed IGP in relazione ai marchi commerciali e relative limitazioni d'uso; la valutazione dei risultati delle Commissioni centrali di appello dei vini DOCG e DOC in relazione all'attività delle Commissioni di degustazione di 1 grado; le problematiche relative all'etichettatura dei prodotti vitivinicoli.
 
 

15 marzo 2013 - Documenti di accompagnamento: attestato della Dop o Igp, della varietà di vite e dell'annata - Circolare Icqrf n.3970 del 15/3/2013

 
In merito all'applicazione in Italia delle disposizioni dell'art. 31 del Reg. Ce 436/2006, la commissione Ue ha comunicato che tali disposizioni si applicano solo per iniziativa degli Stati membri e, pertanto, l'attestato richiamato si applica solo alle spedizioni di prodotti per i quali è stata adottata un'esplicita disposizione regolamentare dalle autorità nazionali competenti per il controllo di una data denominazione. La Commissione ha poi specificato che quanto richiesto dall'art. 31 non ha alcuna relazione con la certificazione dei vini attuata a livello nazionale dalle autorità e dagli organismi di controllo italiani nel quadro del sistena di controllo delle viticolttura. Pertanto, allo stato attuale, "costituisce mera facoltà degli operatori, che se ne assumono la piena responsabilità, riportare sul documento di accompagnamento le indicazioni di cui all'art. 31 Reg. Ce 436/2009 relative all'attestazione di Dop o di Igp e alla certificazione dell'annata di raccolta e/o della (delle) varietà di uve da vino. Tale facoltà riguarda, indistintamente, la spedizione sia di prodotti confezionati che allo stato fuso e i trasporti destinati sia al mercato interno che estero"(vedi testo integrale circolare n. 3970)
 
 

11 marzo 2013 - Circolare Mipaaf n. 3974 del 11/3/2013 - Taglio o assemblaggio delle partite o frazioni di patita di vini Igp "pronti per il consumo" al di fuori della zona di produzione - Chiarimenti

 
La circolare ministeriale, in via transitoria e nelle more della definizione della questione con la Commissione UE, dispone che, in merito al luogo in cui effettuare il taglio, ovvero l'assemblaggio delle frazioni di partita (massimo 15% fuori zona - minimo 85% zona di produzione) che concorrono alla formazione della partita di vino Igp totale, nel caso in cui le frazioni di partita siano costituite da vini finiti e pronti per il consumo, fatte salve le eventuali disposizioni restrittive degli specifici disciplinari, può essere consentito che gli operatori interessati continuino ad effettuare il taglio o assemblaggio in questione anche al di fuori della zona di produzione delimitata della relativa Igp (vedi testo integrale circolare n. 3974)
 
 

Documenti di accompagnamento: attestato della Dop o Igp, della varietà di vite e dell'annata - Circolari Icqrf n. 17213 del 20/12/2012 e n. 893 del 21/1/2013

 
La circolare Icqrf n. 17213 del 20/12/2012 (pdf) ha suscitato il malcontento degli enologi e degli operatori vitivinicoli per l'ulteriore carico burocratico che ha comportato.
Anche Assoenologi aveva tempestivamente fatto pervenire alla Direzione generale dell'Icqrf il suo pieno disappunto (vedi presa di posizione Assoenologi).
La Direzione generale delle politiche internazionali e dell'Unione Europea ha quindi provveduto ad inviare, al competente ufficio della Commissione UE, un'apposita nota interpretativa in merito all'applicazione dell'articolo 31 del regolamento n. 436/2009.
In attesa della risposta, l'Icqrf, con la circolare n. 893 del 21/1/2013 (pdf) stabilisce, con effetto immediato, che la compilazione del documento di accompagnamento dei prodotti confezionati all'interno del territorio dell'Unione Europea possa avvenire senza riportare le indicazioni previste a norma del richiamato art. 31.

Per le vie brevi, sembra che nella riunione del Comitato di gestione del 29 gennaio p.v. la Commissione UE avvalori la tesi italiana, ossia sia favorevole a ritenere che i dati richiesti siano soddisfatti attraverso il piano dei controlli. Il Ministero delle Politiche agricole attende ora conferma scritta.
 
 

18 dicembre 2012 - Riunione Comitato nazionale vini

 
Tre modifiche a disciplinari e diversi importanti pareri e' il risultato del lavoro svolto dal Comitato nazionale vini il 18 dicembre 2012.
Il massimo organo consultivo ministeriale per il settore vitivinicolo ha deliberato in merito a tre istanze di modifica di altrettanti disciplinari di produzione di cui una proveniente dalla Regione Siciliana e due dalla Regione Veneto.
Per la Regione Siciliana è stata positivamente valutata la richiesta di modifica al disciplinare di produzione della Doc "Contea di Sclafani" concernente la possibilità di essere preceduta dal nome geografico "Sicilia", ai sensi dell'art. 4, comma 6 del Dlgs 61/2010 e come, tra l'altro, disposto dalla disciplinare della Doc "Sicilia".
Per la Regione Veneto è stato dato parere positivo alle richieste fatte pervenire dal Consorzio di tutele vini interessato, tramite la Regione di competenza, relative al disciplinari di produzione dei vini Dop "Soave" e "Soave Superiore".
Per ambedue due i disciplinari le modifiche hanno riguardato i dispositivi di chiusura riferiti alle varie tipologie di prodotto. La modifica relativa al disciplinare della Docg "Soave Superiore" è comunque subordinata alla modifica della normativa nazionale inerente i dispositivi di chiusura per i vini a Dop.
A tale proposito il Comitato nazionale vini ha dato parere positivo alle variazioni del DM 13 agosto 2012 per ciò che concerne la tappatura dei vini Docg con menzioni tradizionali.
La modifica proposta mira ad una maggiore liberalizzazione dei dispositivi di chiusura per i recipienti in cui vengono confezionati i vini Dop in generale e quelli Docg in particolare, ferme comunque restando le disposizioni più restrittive eventualmente previste dai singoli disciplinari di produzione.
A supporto di ciò il Comitato ha deliberato che i competenti uffici ministeriali informino i Consorzi di tutela della questione in modo da eventualmente limitare l'utilizzo di determinate chiusure qualora i produttori non fossero d'accordo nel concederle.
Il Comitato nazionale vini si è poi espresso su un'altra questione sottopostagli dal Dicastero dell'agricoltura, ossia sui contenuti della proposta di circolare ministerile integrativa a quella del 25 luglio 2012: taglio 15% vini Igp.
Con la circolare in questione si voleva ribadire l'obbligo di assemblare le partite di vino Igt in zona delimitata o comunque in quella circoscritta dalle deroghe ammesse.
Il Comitato, prendendo atto dell'importanza della questione che riguarda diversi milioni di ettolitri di vino italiano e l'organizzazione di svariate aziende, dopo aver ampiamente sottolineato che la problematica non è nazionale ma comunitaria e quindi riguardante non solo l'Italia m tutti i Paesi produttori dell dell'Unione Europea, ha proposto di soprassedere all'emanazione della nuova circolare in modo da sottoporre la questione alla Commissione Ue al fine di avere un parere nel rispetto delle norme comunitarie ed in armonia con quanto fanno gli altri Paesi produttori che, sembra, non ravvisino lo stesso nostro problema.
Il Comitato nazionale vini ha quindi dato altri tre pareri su questioni poste dall'Icqrf in relazione principalmente al taglio del 15% dei vini Igp "frizzanti" in relazione al DM 29 luglio 2004.
La prossima riunione del Comitato è prevista nella seconda quindicina di febbraio 2013.
 
 

18 dicembre 2012 - Riunione Comitato nazionale vini

 
Nella riunione del 18 dicembre il Comitato nazionale vini tratterà i seguenti punti all'ordine del giorno: modifica Doc "Contea di Sclafani", Doc "Soave", Docg "Soave superiore"; proposta di modifica Dm 13/8/2012 in merito alla tappatura vini docg contenenti menzioni tradizionali; proposta circolare integrativa alla circolare 25/7/2012 (taglio 15% vini Igp); quesito Icqrf per taglio 15% vini Igp frizzanti e relazione Dm 29/7/2004 su vini frizzanti.
 
 

7 novembre 2012 - Procedura per le domande di protezione dei vini Dop e Igp e la modifica dei disciplinari di protezione

 
Emanato dal Minsiero delle Politiche agricole il decreto che stabilisce la procedura a livello nazionale per la presentazione e l'esame delle domande di protezione delle Dop e Igp dei vini e di modifica dei disciplinari. L'attuale decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 novembre 2012, sostituisce il precedente del 16 dicembre 2010. Vedi il testo integrale.
 
 

16 novembre 2012 - Dolcificazione dei vini Dop e Igp

 
Nella nota n. 3793 il Ministero delle Politiche agricole comunica che, in generale e fatte salve le disposizioni più restrittive stabilite dagli specifici disciplinari di produzione, i quantitativi di prodotti utilizzati per la dolcificazione delle partite di vini Dop e Igp debbano considerarsi aumentative della relativa partita di base e pertanto non comportano la sostituzione di un corrispondente volume della partita base. Leggi il testo integrale della circolare.
 
 

30 ottobre 2012 - Resoconto riunione Comitato nazionale vini

 
Per la Regione Piemonte, è stata valutata positivamente la richiesta di modifica, presentata al Ministero dal Consorzio di Tutela Gavi tramite la Regione Piemonte medesima, al disciplinare di produzione della DOCG dei vini "Gavi" concernente nello specifico la modifica all'articolo 6 del disciplinare di produzione relativamente alle tipologie "Spumante". Per la Regione Emilia Romagna, sono state deliberate in maniera favorevole le richieste di modifica, fatte pervenire al Ministero dal Consorzio di Tutela dei vini interessato tramite la Regione medesima, relative al disciplinare di produzione dei vini ad IGT "Bianco di Castelfranco Emilia", che ha assunto la denominazione di "Castelfranco Emilia" e al disciplinare di produzione dei vini ad IGT "Emilia" o "dell'Emilia". In ambedue i disciplinari di produzione citati sopra le modifiche principali hanno riguardato la previsione di nuove tipologie di prodotto, la variazione della zona di produzione nonché la delimitazione della zona vinificazione.
 
 

23 ottobre 2012 - Circolare n. 2050: Deroga alla vinificazione al di là delle immediate vicinanze della zona geografica delimitata per i vini Igp

 
Il Ministero chiarisce come la deroga debba essere intesa applicabile ai prodotti provenienti dalla vendemmia 2012 e precedenti che alla data del 31/12/2012 abbiano terminato il processo di vinificazione, oltre che alle partite destinate ad essere elaborate in vini frizzanti e spumanti fuori dalla relativa zona di produzione per le quali le ditte interessate stipuleranno appositi contratti entro il 31/12/2012. Il testo integrale è disponibile qui.
 
 

9 ottobre 2012 - Decreto ministeriale n. 278 recante disposizioni in materia di arricchimento

 
Con il decreto sono emanate le disposizioni nazionali applicative in materia di arricchimento di taluni prodotti vitivinicoli per la campagna 2012/2013 e seguenti. La nuova norma abroga il Decreto ministeriale 8/8/2008. Il testo integrale, completo dei relativi allegati (moduli di dichiarazione preventiva) è disponibile qui.
 
 

4 ottobre 2012 - Circolare Icqrf n. 13258 del 4/10/2012

 
La circolare precisa che non esiste alcun obbligo di dichiarare nei cartelli di cantina di cui all'art. 17, comma 1, del Dm 13/8/2012, il riferimento alla certificazione anche per le produzioni a indicazione geografica protetta. Vedi il testo della circolare in pdf.
 
 

1 ottobre 2012 - Circolare Icqrf n. 24995 del 26/9/2012

 
Applicazione nuovo schema di piano dei controlli di cui al Dm 14/6/2012: Ripetizione delle analisi dei campioni "rivedibili". Vedi il testo della circolare in pdf.
 
 

1 ottobre 2012 - Circolare Icqrf n. 24994 del 26/9/2012

 
Chiarimenti in merito all'applicazione dell'art. 6, comma 13 del Dm 14/6/2012, n. 794: possibile deroghe alla comunicazione delle informazioni relative alle operazioni di imbottigliamento nel caso di partite di vini a Do o a Ig, ottenute esclusivamente da uve rivendicate in proprio o in qualità di soci di una cantina cooperativa.
Vedi il testo della circolare in pdf.
 
 

12 settembre 2012 - Circolare Icqrf n. 23696 del 12/9/2012 - Operazioni di imbottigliamento e commercializzazione immediata di vini Dop e Igp

 
La circolare precisa alcune disposizioni operative riguardo l'imbottigliamento e la commercializzazione contenute nel nuovo decreto ministeriale n. 794 del 14 giugno 2012 "Approvazione dello schema di piano dei controlli". Vedi il testo della circolare in pdf.
 
 

31 agosto 2012 - Notizie dal Comitato nazionale vini.

 
Non essendo pervenute pratiche complete di richiesta di nuove Dop o Igp o di modifica di quelle in essere né alcuna richiesta di parere da parte del Ministero delle Politiche agricole, il Comitato nazionale vini non si riunirà nel mese di settembre. La prossima riunione si svolgerà, con ogni probabilità, nel mese di ottobre.
 
 

28 agosto 2012 - Il nuovo decreto sull'etichettatura e la presentazione dei vini.

 
E' stato pubblicato il 28 agosto in Gazzetta Ufficiale ed entra in vigore il 29 agosto il decreto ministeriale del 13 agosto 2012 concernente le Dop, le Igp, le menzioni tradizionali, l'etichettatura e la presentazione di determinati prodotti del settore vitivinicolo. Semplificata la normativa e introdotte alcune novità. Il testo integrale del decreto è disponibile qui.
 
 

Circolare ministeriale n. 16991 del 25 luglio 2012 - Possibilità utilizzo prodotti derivanti da uve raccolte fuori zona di produzione vini Igp nel limite massimo del 15%.

 
La circolare chiarisce la possibilità di tale utilizzo, i limiti e le condizioni per l'esecuzione del taglio in questione. Vedi testo integrale della circolare in pdf
 
 

Circolare ministeriale n. 16926 del 24 luglio 2012 - Dolcificazione di partite di vini Dop certificate.

 
Il Ministero delle Politiche agricole fornisce chiarimenti sulla questione delle possibilità di sottoporre alla pratica della dolcificazione partite di vino Dop già certificate. Vedi testo integrale della circolare in pdf.
 
 

Dal 30 giugno gli allergeni in etichetta.

 
Pubblicato sulla Gazzetta europea il reg. n. 579/2012 del 29 giugno che modifica il Reg. Ce 607/2009. A partire dal 30 giugno, per i vini prodotti dalla prossima vendemmia, è previsto l'obbligo di indicare sull'etichetta anche l'eventuale presenza di albumina e caseina. Vedi il testo in pdf
 
 

Circolare n. 9545 del 4 luglio 2012.

 
Disposizioni in merito ai controlli sui vini Igp dall'Icqrf. Vedi il testo integrale della circolare (pdf)
 
 

4 luglio - Notizie dal Comitato nazionale vini.

 
Il Comitato nazionale vini del Dicastero dell'Agricoltura non si è riunito nel mese di giugno e non si riunirà neppure nel mese di luglio in quanto, in questi periodi, non sono pervenute pratiche di riconoscimento o di modifica di Dop o Igp e tantomeno richieste di pareri da parte delle Direzioni generali del Mipaaf.
 
 

Dl 22 giugno 2012, n. 83 - Piano dei controlli.

 
L'art. 59 modifica l'art. 24 del DLgs 61/2010 realtivo al piano dei controlli e alle sanzioni del soggetto che non ottempera agli obblighi indicati. Disponibile il testo compelto dell'art. 59 (pdf).
 
 

Decreto ministeriale n. 794 del 14 giugno 2012.

 
Emanato dal Ministero delle Politiche agricole il decreto "Approvazione dello schema di piano dei controlli, in appplicazione dell'articolo 13, comma 17, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, recante la tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini". Il decreto ministeriale 2 novembre 2010 relativo è abrogato. In pdf il testo del decreto.