Percorso navigazione:Eventi 150 anni Unita' d'Italia
150 anni Unita' d'Italia
L’Italia è l’unico Paese al mondo dove la vite si estende, quasi ininterrottamente, da Bolzano a Pantelleria, disegnando e caratterizzando il territorio.
Essa rappresenta quindi il filo ideale che lega i diversi territori e con essi le venti regioni italiane, spesso diverse tra loro per usi e costumi, ma tutte ricche di cultura a testimonianza della storia e delle tradizioni che le contraddistinguono.
Per questo il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, ha sposato con entusiasmo la proposta avanzata dal Presidente di Veronafiere, Ettore Riello, di creare, per i 150 anni dell’Unità d’Italia, una bottiglia di “Vino bianco d’Italia” e una di “Vino rosso d’Italia” per celebrare “la storia, la patria e la cultura vitivinicola italiana”.
Il contenuto di queste bottiglie nasce dall’unione di venti vini bianchi e di venti vini rossi ottenuti da altrettante uve autoctone tipiche di ogni regione, segnalate dai relativi assessori all'agricoltura.
Essi sono stati sapientemente selezionati e armonizzati dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani che ha formato una commissione presieduta da Giancarlo Prevarin.
Panel leader dell’operazione è stato Riccardo Cotarella, mentre il coordinatore operativo Piero Cane.
Le bottiglie di “Vino bianco d’Italia” e di “Vino rosso d’Italia” sono le uniche ufficiali delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, istituzionalizzate dal Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana.
Idealmente rappresentano i colori della bandiera italiana. Il verde è dato dai vigneti che si estendono sul territorio nazionale, fornendo la materia prima del contenuto delle bottiglie celebrative.
Esemplari unici, in quanto appositamente ideati e disegnati da Aldo Cibic con la direzione creativa di Riccardo Facci, portano la loro firma anche etichetta e confezione.