Percorso navigazione:Rivista L'Enologo
Rivista L'Enologo – Maggio 2017

Rubriche e articoli di servizio utili e ricchi d’informazione. Si presenta nel migliore dei modi la nuova edizione de l’Enologo, organo ufficiale di Assoenologi.
Il nuovo restyling grafico è stato accompagnato da una rivisitazione del taglio e dei contenuti degli articoli per offrire agli associati e agli abbonati uno strumento interessante e utile per affrontare i vari aspetti della nostra professione.

 







SOMMARIO

EDITORIALE

Un vento di ottimismo sul nostro futuro
 
Leggi di più...
di Riccardo Cotarella
7
Filiera unita per la competitività del vino italiano
 
Leggi di più... La filiera italiana del vino si è riunita a Vinitaly per confrontarsi sulle strategie da adottare per migliorare la competitività del settore, facendo focus sulla nuova Pac post 2020. Il tavolo di lavoro ha visto riuniti i rappresentanti della filiera del vino italiano: Ruenza Santandrea; Massimiliano Giansanti, Dino Scanavino, Antonio Rallo, Sandro Boscaini, Riccardo Ricci Curbastro e Riccardo Cotarella.
 
12
Vinitaly 2017: importante momento di confronto e di crescita professionale
 
Leggi di più... Il programma è stato come sempre molto intenso e articolato. Nei quattro giorni, oltre agli incontri b2b, si sono tenuti quasi 400 convegni, seminari, incontri di formazione sul mondo del vino. In primo piano, come sempre, il calendario delle degustazioni: più di 250 soltanto quelle organizzate direttamente da Vinitaly e dai consorzi delle Regioni. Nell’articolo il resoconto dei momenti più salienti.
 
14
Caratteristiche colturali ed enologiche
 
Leggi di più... In Piemonte il vitigno Barbera assume un valore particolare. Ad iniziare dal nome: la Barbera. Femminile, affettuoso e nel contempo rispettoso. Varietà del popolo capace di allietare le mense dei signori. Varietà che non tradisce mai, bicchiere di vino per tutti gli eventi.
 
24
Il parere dello chef Walter Ferretto
 
Leggi di più... La vitalità acida della Barbera d’Asti, la sua tannicità moderata, un frutto maturo, croccante e una grande presenza nel “centro bocca”, rendono la Barbera d’Asti compagna ideale del cibo. Versatile negli abbinamenti, accompagna con la stessa naturalezza i piatti tipici piemontesi e nazionali come quelli delle altre tradizioni culinarie del mondo. È perfetta anche su pesci saporiti come tonno e salmone alla griglia.
 
29
Nella nuova polizza di Cattolica Assicurazioni Assoenologi verifica la qualità dei vini
 
Leggi di più... La soluzione finanziario-assicurativa proposta da Cattolica Assicurazioni mira allo smobilizzo del magazzino delle aziende vitivinicole con relativa copertura assicurativa. In base a tale polizza potranno essere assicurati vini (bianchi/rossi/rosé) sia sfusi che imbottigliati, identificati e necessariamente regolamentati per le categorie comunitarie Igt, Doc, Docg. Sarà la perizia dell’enologo ad attestare l’assenza di criticità per ciascun lotto, prima della sottoscrizione dell’eventuale copertura assicurativa.
 
37
Resoconti attività svolte dalle Sezioni Assoenologi
 
Leggi di più... Nell’articolo vengono riportati i resoconti fatti pervenire alla sede centrale e riferiti ad attività svolte dalle Sezioni nei primi mesi dell’anno 2017. Nello specifico si scrive della Selezione Spumanti della Campania, curata dalla locale sede il 24 febbraio, e del meeting organizzato dal Veneto Occidentale sulla “Shelf life” del vino.
 
40
Il Ruolo del packaging secondo i Millennials
 
Leggi di più... In occasione di un recente convegno dedicato a “Il vino secondo i Millennials: una nuova generazione di consumatori” promosso da Verallia e Nomisma per discutere di prospettive e strategie a sostegno dell’export vinicolo e degli altri prodotti dell’agroalimentare italiano sul ricco mercato Usa, sono stati presentati i risultati di un’indagine fatta da Wine Monitor di Nomisma sul ruolo del packaging nelle scelte dei giovani consumatori.
 
58

QUANDO IL VINO SI FA RACCONTO

Il Pesce col Rosso
 
Leggi di più... 
di Nino D'Antonio
67
Distillati sperimentali da vinacce di ibridi resistenti a bacca bianca: prime valutazioni
 
Leggi di più... Il recente inserimento nel Registro nazionale delle varietà di uva di alcuni ibridi interspecifici resistenti ai funghi è all'origine di questo lavoro nel quale è stata fatta una prima valutazione delle potenzialità nella trasformazione in distillato. Muscaris, Aromera e secondariamente Souvignier Gris sembrano avere le prospettive più interessanti.
Sergio Moser, Tomás Román, Lorenzo Versini, Loris Tonidandel, Paolo Barchetti, Roberto Larcher e Giorgio Nicolini
85